BONUS EXPORT DIGITALE PLUS

Bonus Export Digitale Plus è l’incentivo che sostiene le microimprese manifatturiere, nelle attività di internazionalizzazione, attraverso l’acquisizione di soluzioni digitali per l’export.

Le agevolazioni

Il contributo è concesso in regime “de minimis” per i seguenti importi:

  • 10.000 euro alle imprese manifatturiere a fronte di spese ammissibili non inferiori, al netto dell’IVA, a 12.500 euro;
  • 22.500 euro alle reti e consorzi a fronte di spese ammissibili non inferiori, al netto dell’IVA, a 25.000 euro.

Tra le principali attività manifatturiere (ATECO C dal 10.00.00 al 33) indichiamo:

  • Industrie alimentari
  • Industria del legno e dei mobili
  • Confezione di articoli di abbigliamento, di articoli in pelle e pelliccia
  • Fabbricazione di prodotti in metallo
  • Altre attività manifatturiere: gioielli, macchinari e apparecchiature, stampa, pelle, gomma, plastiche, chimici, elettronica, elettromedicali

Spese ammissibili

a) spese per consulenze finalizzate all’adozione di soluzioni digitali, ivi comprese la
progettazione e la personalizzazione di processi e soluzioni architetturali informatiche
funzionali ai percorsi di internazionalizzazione;
b) spese per la realizzazione di sistemi di e-commerce verso l’estero, siti e/o app mobile,
ivi compresi eventuali investimenti atti a garantire la sincronizzazione con marketplace
internazionali forniti da soggetti terzi;
c) spese per la realizzazione di sistemi di e-commerce che prevedano l’automatizzazione
delle operazioni di trasferimento, aggiornamento e gestione degli articoli da e verso il
web nonché il raccordo tra le funzionalità operative del canale digitale di vendita prescelto e i propri sistemi di Customer Relationship Management – CRM (ad esempio i sistemi API – Application Programming Interface);
d) spese per la realizzazione di servizi accessori all’ e-commerce quali quelli di smart
payment, predisposizione di portfolio prodotti, traduzioni, shooting fotografici, video
making, web design e content strategy;
e) spese per la realizzazione di una strategia di comunicazione, informazione e
promozione per il canale dell’export digitale, con specifico riferimento al portafoglio
prodotti, ai mercati esteri e ai siti di vendita online prescelti;
f) spese per digital marketing finalizzate a sviluppare attività di internazionalizzazione:
campagne di promozione digitale, Search Engine Optimization (SEO), costi di
backlink e di Search Engine Marketing (SEM), campagne di content marketing,
inbound marketing, di couponing e costi per il rafforzamento della presenza sui canali
social; spese di lead generation e lead nurturing;
g) servizi di CMS (Content Management System): restyling di siti web siano essi grafici
e/o di contenuti volti all’aumento della presenza sui mercati esteri;
h) spese per l’iscrizione e/o l’abbonamento a piattaforme SaaS (Software as a Service)
per la gestione della visibilità e spese di content marketing, quali strumenti volti a
favorire il processo di esportazione;
i) spese per servizi di consulenza per lo sviluppo di processi organizzativi e di capitale
umano finalizzati ad aumentare la presenza sui mercati esteri;
j) spese per l’upgrade delle dotazioni di hardware necessarie allo sviluppo di processi di
cui alle precedenti lettere a) e i);

Presenta la domanda

La domanda può essere presentata dalle 10:00 del 13 febbraio alle 10:00 del 12 aprile 2024.